Alimentazione Yogurt Senza lattosio

Yogurt "senza lattosio", qual è la differenza?

Sapevate che lo yogurt è tra quei derivati del latte che presentano naturalmente un ridotto contenuto di lattosio? (Tra questi ricordiamo anche i formaggi stagionati, in cui, con lo scorrere del tempo, esso si riduce fino a sparire). Tuttavia “poco lattosio” è ben diverso da “senza lattosio”. Una differenza ancor più importante per chi è intollerante allo “zucchero del latte”. In questo articolo vedremo quindi qual è la differenza tra gli yogurt senza lattosio e quelli normali.

Il lattosio è uno zucchero naturalmente presente nel latte composto dall'unione di glucosio e galattosio

Fermenti e zuccheri

Il lattosio è uno zucchero naturalmente presente nel latte. La trasformazione di quest’ultimo in yogurt avviene grazie a due ceppi batterici: lactobacillus bulgaricus e streptococcus thermofilus. Durante questo processo i microorganismi scindono buona parte del lattosio contenuto nel latte nei due zuccheri che lo compongono: galattosio e glucosio. Quindi nello yogurt il lattosio si è ridotto, ma è ancora presente.

Yogurt senza lattosio

Ingerire una quantità di lattosio superiore alla “dose soglia” (che varia da persona a persona), per gli intolleranti significa incorrere in una serie di sintomi gastrointestinali più o meno intensi. Per andare incontro alle loro esigenze si è cominciato quindi a produrre yogurt a partire da un latte “delattosato”. Ovvero in cui il lattosio è stato già completamente scisso in glucosio e galattosio. Un processo analogo a quello compiuto dai batteri, ma più efficiente. Nasce così lo yogurt senza lattosio.

Con o senza lattosio, lo yogurt si presta a infinite presentazioni...

Cosa dice la legge

Secondo lo standard del Ministero della Salute, per poter essere considerato “senza lattosio”, un prodotto come lo yogurt deve contenere una percentuale di lattosio inferiore allo 0,1%. (Sotto lo 0,5%, invece, si parla semplicemente di prodotti “a basso contenuto di lattosio”. Questi sono indicati per chi ha forme leggere di intolleranza).

Dal punto di vista alimentare, invece, gli yogurt senza lattosio non perdono il loro alto valore nutritivo. Conservano, tra l’altro, la loro il loro ottimo apporto di calcio. Per questo le linee guida ministeriali suggeriscono l’assunzione di due porzioni di latte o yogurt al giorno.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l’informativa se vuoi saperne di più.
Maggiori informazioni