Alimentazione Yogurt Svezzamento

Lo yogurt per neonati: ecco quale scegliere

Lo svezzamento è una fase molto delicata nella crescita di un bambino. Questo perché ha esigenze nutrizionali specifiche, ma anche perché il primo “impatto” con il cibo è determinante nello sviluppo delle competenze alimentari che li accompagneranno per tutta la vita. Lo yogurt è uno dei primi alimenti che possiamo proporre ai nostri figli. Ma come scegliere lo yogurt per neonati più adatto?

Il principio base è: più è corta la lista degli ingredienti, meglio è

Solitamente si raccomanda l’allattamento esclusivo al seno fino ai sei mesi

Quando iniziare lo svezzamento

Innanzitutto vediamo a che età iniziare a proporre al bambino alimenti complementari al latte materno. Da questo punto di vista i principali organismi internazionali, tra cui il Ministero della salute, sono sostanzialmente concordi. Si raccomanda l’allattamento esclusivo al seno fino ai sei mesi. Intorno a questa età la maturazione intestinale si completa e lo sviluppo neurologico consente di afferrare, masticare e deglutire in maniera efficace. Il bambino quindi è pronto a ricevere altri cibi. Il timing dipende comunque da numerose variabili e andrebbe valutato individualmente con il pediatra.

Lo yogurt per neonati: un alimento prezioso

Lo yogurt per neonati è un alimento prezioso (come per gli adulti) e si può cominciare a proporglielo dall’inizio dello svezzamento. Secondo raccomandazioni europee per l’alimentazione nel primo anno di vita, infatti, “i latti fermentati sono un’ottima fonte di nutrienti quali calcio, proteine, fosforo e riboflavina. Yogurt e formaggio, quindi, possono essere introdotti in piccole quantità dall’età di circa 6–9 mesi”.

Quale yogurt scegliere per lo svezzamento?

Una questione importante è quella del contenuto di zucchero. Le raccomandazioni europee sottolineano che l’unica preferenza innata dei neonati, in quanto a gusti, è quella per il dolce. Tuttavia è importante non offrire loro zucchero in forma concentrata (dolci, gelati, ecc.) fino a che non abbiano avuto la possibilità di sperimentare altri sapori.

Come il sale, lo zucchero non deve essere aggiunto al cibo dei lattanti. Si potranno comunque, per esempio, scegliere yogurt per neonati arricchiti con frutta. Per il resto, il principio base è: più è corta la lista degli ingredienti, meglio è. Conservanti, coloranti e altre sostanze aggiunte non necessarie si possono evitare.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l’informativa se vuoi saperne di più.
Maggiori informazioni