Latte Alimentazione Senza lattosio

Latte fresco senza lattosio: 5 ottimi motivi per unire salute e digeribilità

  • Il latte fresco senza lattosio dal punto di vista nutrizionale è uguale a quello normale
  • Il latte fresco è la tipologia più completa dal punto di vista alimentare
  • Per essere definito “senza lattosio” il latte fresco deve contenerne meno dello 0,1%
  • L’eliminazione del lattosio dal latte può avvenire per idrolisi o per filtrazione
  • Il latte fresco, fonte di proteine, calcio e vitamine è un alimento importante a tutte le età

1. Perché bere latte è raccomandato a tutti

Conoscete la “Regola del 3” per quanto riguarda il consumo di latte e latticini? Secondo le Linee guida ministeriali per una sana alimentazione italiana, ciascuno di noi dovrebbe consumare tre porzioni di latte e yogurt al giorno e tre porzioni di formaggi alla settimana. Questo per farvi capire quanto importante sia considerata questa categoria alimentare dai nutrizionisti. E gli intolleranti? Neanche loro devono rinunciare alle loro tre dosi quotidiane di benessere. Possono scegliere il latte fresco senza lattosio. In questo post vedremo 5 buoni motivi per farlo.

LEGGI ANCHE: Bere latte è innaturale? La risposta è nel nostro DNA

2. Perché il latte fresco è il più “completo”

Il latte è uno degli alimenti più completi e nutrienti in assoluto, le cui numerose proprietà sono note fin dai tempi antichi. Contiene infatti proteine, vitamine B, B12, A, D, minerali, tra i quali calcio, fosforo e magnesio, importanti per la formazione di ossa e denti. Tra i vari tipi di latte che troviamo in commercio il latte fresco è quello più completo dal punto di vista nutrizionale.

Subisce, infatti, un trattamento termico blando chiamato “pastorizzazione” che ne garantisce la sicurezza alimentare e il mantenimento in maniera pressoché intatta dei nutrienti termolabili che vengono danneggiati dal calore, come le vitamine. Questo, a differenza di trattamenti termici più spinti come quello UHT o la sterilizzazione, comporta la scadenza più breve: 6 giorni dopo il confezionamento. Tutto ciò vale senz’altro anche per il latte fresco senza lattosio.

LEGGI ANCHE: Latte fresco: l’eccellenza di una filiera italiana al 100%

3. Perché il latte fresco senza lattosio è digeribile da tutti

Il latte fresco senza lattosio è perfettamente digeribile da tutti. L’intolleranza al lattosio si manifesta in modo più o meno intenso a causa della scarsa produzione di un enzima, la lattasi, che permette al nostro intestino di assimilare lo “zucchero del latte” dividendolo in due zuccheri più semplici: glucosio e galattosio.

Per essere definito “senza lattosio” il latte fresco deve sottostare ad un regolamento europeo che prevede un limite di 0,1 g per 100 ml. Un latte o uno yogurt possono invece dirsi “a ridotto contenuto di lattosio” se ne contengono meno di 0,5 g per 100 ml. Il latte fresco senza lattosio, quindi, è digeribile per tutti. (Si pensi che la maggior parte delle persone che hanno difficoltà a digerire il lattosio può comunque assumerne fino a 12 g al giorno senza manifestare sintomi).

LEGGI ANCHE: Lattosio negli alimenti: secondo la scienza meglio non eliminarlo del tutto

4. Perché è nutriente come quello normale

Il latte fresco senza lattosio, anche chiamato “latte ad alta digeribilità”, può essere ottenuto sostanzialmente in due modi:

  • Idrolisi, il metodo più comune, prevede l’aggiunta al latte di enzimi naturali che svolgono lo stesso compito che la lattasi svolge nell’intestino umano, scindendo il glucosio ed il galattosio.
  • Filtrazione, metodo per cui vengono utilizzati dei filtri a membrana dai fori sottilissimi: talmente sottili da consentire di isolare le varie componenti del latte e rimuovere il lattosio.

Per questo sulle confezioni di latte delattosato troveremo indicazioni come: “Il prodotto contiene glucosio e galattosio in conseguenza della scissione del lattosio”. Il latte fresco senza lattosio potrebbe risultare un po’ più dolce di quello convenzionale, in quanto il glucosio ha un potere dolcificante superiore a quello del lattosio. A parte questo, è confermato che non c’è nessuna differenza dal punto di vista alimentare poiché i valori nutrizionali sono identici. Il latte fresco senza lattosio non ha quindi niente da invidiare a quello normale.

LEGGI ANCHE: Latte fresco per bambini: la colazione ideale made in Italy

5. Perché il latte fa bene a tutte le età

Abbiamo già visto quali sono i benefici del latte fresco (senza lattosio o normale) e ogni quanto andrebbe consumato. Ma è bene sottolinearne l’importanza. Spesso infatti si pensa che il latte sia un alimento adatto principalmente a neonati e bambini, ma non è così. Fondamentale per i più piccoli, il latte fresco rimane una fonte importante di proteine, vitamine e minerali necessari per una corretta alimentazione anche in età adulta. Alcuni esempi:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l’informativa se vuoi saperne di più.
Maggiori informazioni