Alimentazione Grana Padano Gravidanza

Il Grana Padano in gravidanza si può mangiare

Il Grana Padano in gravidanza si può mangiare? La risposta è semplice: sì. E possiamo aggiungere: perché, con le sue proprietà alimentari, fa bene tanto alla mamma quanto al bambino. Il dubbio può sorgere perché le mille teorie che circolano in rete, spesso prive di qualunque fondamento scientifico possono creare confusione nelle future mamme. D’altra parte è vero che il Grana Padano è un formaggio a latte crudo e che, in generale, si consiglia di evitare alcuni formaggi di questa tipologia. Il Grana Padano non è tra quelli vietati quando si è in dolce attesa. Ecco perché.

Formaggi a latte crudo in gravidanza: sono davvero dannosi?

La gravidanza è un periodo della vita particolarmente delicato. L'alimentazione è molto importante durante tutti i nove mesi e può avere ripercussioni anche sullo sviluppo del feto. Ecco perché le future mamme a tavola devono... fare attenzione per due.
I formaggi molli a latte crudo, (insieme agli insaccati, al pesce e alle uova crudi, ecc.) sono tra gli alimenti sconsigliati in generale alle donne in gravidanza. Questo perché i latticini prodotti con latte non pastorizzato possono trasmettere batteri pericolosi per le donne in gravidanza.

I formaggi a latte crudo sono quelli prodotti con latte che non ha subìto trattamenti termici prima della lavorazione. Questo significa che conserva intatte tutte le sue proprietà e le sue caratteristiche nutrizionali e organolettiche. Ma può diventare anche il substrato per la proliferazione di microrganismi nocivi.

02_grana_padano_in_gravidanza_incinta.jpg

Il Grana Padano in gravidanza è sicuro

Anche il Grana Padano è un formaggio prodotto con latte crudo. Per la precisione, ogni forma nasce da ben 500 litri di latte crudo, parzialmente scremato per affioramento naturale. Tuttavia è assolutamente sicuro per le donne incinte. Questo perché la sua lunga stagionatura (quella minima è di 9 mesi, fino a 20 mesi e oltre) lo asciuga dall’acqua fino a farlo diventare un ambiente non idoneo alla proliferazione di batteri dannosi.

Quindi via libera al Grana Padano in gravidanza: una fonte di nutrienti e di gusto formidabile. E i formaggi molli o freschi? Basta evitare quelli a latte crudo. Come fare? Leggendo l’etichetta. I formaggi stagionati meno di 60 giorni, infatti, riportano sempre il trattamento termico subito dal latte. Basta assicurarsi che sia pastorizzato. In gravidanza è bene evitare in ogni caso, invece, formaggi con muffe: erborinati o a crosta fiorita.

LEGGI ANCHE: Quanto pesa una forma di Grana Padano e altri numeri da conoscere

Benefici del Grana Padano in gravidanza

Quindi il Grana Padano in gravidanza si può mangiare tranquillamente. Ma noi abbiamo detto di più: ovvero che si tratta anche di un prezioso alleato durante i fatidici nove mesi. Questo perché le future mamme hanno esigenze nutrizionali molto particolari.

Nelle sue linee guida per l’alimentazione delle donne incinte, il Ministero della Salute evidenzia che, negli ultimi mesi, circa 200-250 mg di calcio passano ogni giorno nello scheletro del feto. In gravidanza, quindi, il fabbisogno di calcio del corpo materno aumenta di circa il 20%.

Per evitare la decalcificazione delle sue stesse ossa, quindi, la madre deve assumere più calcio. Come? Il Ministero consiglia, innanzitutto, di arricchire la dieta base con latte e latticini. Una porzione da 50 g di Grana Padano, ad esempio, contiene circa 600 mg di calcio.

LEGGI ANCHE: Ci sono controindicazioni a bere latte in gravidanza?

05_grana_padano_in_gravidanza_bambini.jpg

Le altre qualità nutrizionali

Il Grana è un alimento ad alto valore nutrizionale: contiene sostanze preziose per l’alimentazione delle future mamme e dei neonati. È ricco di proteine ad alto valore biologico, che forniscono tutti e 9 gli aminoacidi essenziali. Oltre al calcio, contiene anche altri sali minerali importanti come magnesio, iodio, selenio, e fosforo. Il Grana Padano è anche fonte di vitamine: una porzione fornisce il 75% del fabbisogno quotidiano di vitamina B12 per un adulto. Presenti anche la vitamina A, la B2, e la D. Pochi, ma buoni i grassi: oltre il 30% di quelli contenuti sono, infatti, insaturi. Insomma: nell’ambito di una dieta equilibrata, il Grana Padano rappresenta una fonte di tantissimi nutrienti che fanno bene a tutte le età. Ed è anche naturalmente privo di lattosio: quindi digeribile anche per le mamme che non tollerano altri latticini.

LEGGI ANCHE: A cosa servono gli aminoacidi ramificati: alleati degli sportivi e non solo

Alcuni studi scientifici sottolineano correlazioni positive tra l'assunzione di latticini in gravidanza e la salute dei neonati. Si parla ad esempio di:

  • peso del bambino alla nascita,
  • dimensioni alla nascita e altezza della prole in età adulta,

riduzione del rischio di allergia al latte.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l’informativa se vuoi saperne di più.
Maggiori informazioni