Territorio Taleggio

Alla scoperta dell'ecomuseo della Val Taleggio

Siete dei veri appassionati di formaggi, e in particolare del Taleggio? Allora dovete assolutamente visitare l’Ecomuseo della Val Taleggio, nell’alta provincia di Bergamo. La meta ideale per i cheese addicted che vogliono scoprire l’origine del formaggio quadrato più famoso d’Italia (e del mondo), ma anche la natura, la storia, le tradizioni di uno scorcio di Lombardia ancora autenticamente rurale.

Cos’è un ecomuseo

Ma cos’è esattamente un ecomuseo o, detto in un altro modo, museo diffuso? Si tratta di un’istituzione culturale che assicura in forma permanente, su un determinato territorio e con la partecipazione della popolazione, le funzioni di ricerca, conservazione, valorizzazione di un insieme di beni naturali e culturali, rappresentativi di un ambiente e dei modi di vita che lì sono succeduti (Carta Internazionale degli Ecomusei).

Taleggio e Strachitunt

L’attrazione più importante della Val Taleggio è sicuramente il… Taleggio!. Si tratta di un formaggio DOP a pasta molle e crosta lavata di forma quadrangolare e dal caratteristico sapore. Tra i formaggi tipici del luogo va certamente ricordato anche lo Strachitunt, meno famoso, ma non meno interessante. La sua particolarità è quella di essere prodotto con due cagliate: una della mattina e una della sera precedente. C’è chi lo considera l’antenato del Gorgonzola. Dopo qualche giorno dalla produzione, viene forato in modo che le muffe naturali possano meglio colonizzarne l’interno.

LEGGI ANCHE: I formaggi senza lattosio esistono da sempre. Ecco quali sono

Itinerari in Val Taleggio

Quale modo migliore per preparare lo stomaco per assaporare i favolosi formaggi di questa splendida valle che una bella passeggiata? L’ecomuseo della Val Taleggio offre numerosi itinerari tra cui poter scegliere.

La via del Taleggio e dello Strachitunt parte dalla Porta Ecomuseale di Sottochiesa e lungo il percorso si possono prevedere visite a stalle, al caseificio sociale e ad alcuni locali di affinamento, assistere alla mungitura e alla raccolta del latte e acquistare i prodotti caseari direttamente nelle tipiche “Silter” (cantinette), disponibili anche per la degustazione.

La via delle Baite tipiche e delle Dimore Rurali è perfetta per approfondire la cultura bergamina e ammirare i borghi storici. Esempi di architettura locale sono i tipici edifici tradizionali in pietra il cui tetto è coperto con grandi lastre di pietra, le piöde. E le baite, in alcune delle quali sono state realizzate installazioni interattive sulla vita d’alpeggio e sulla caseificazione.

LEGGI ANCHE: Il latte fa bene anche al territorio. Ecco perché

Tra storia, natura e arte… casearia

La via del Paesaggio Sacro e della Storia accompagna gli escursionisti tra santelle e fontane storiche che testimoniano la cultura contadina e religiosa della Valle, raggiungendo i suoi principali monumenti storici. Dalla Colonna della “Fidelitas Talegii”, che commemora il patto con la Repubblica di Venezia (1609) fino al santuario di Salzana e alla chiesetta di San Lorenzo del XV sec.

La via degli Ecosistemi si sviluppa lungo il corso del fiume Enna. Attraversa un sottobosco ricco di fiori, in particolare ciclamini, e piccole zone umide. Con un po’ di fortuna e camminando in silenzio è possibile scorgere volpi, caprioli o camosci. Si conclude con la video installazione “Stagionati” e una visita alle aziende di affinamento dove è possibile degustare i formaggi della Val Taleggio.

La via degli Alpeggiatori è un percorso di facile percorribilità che soddisfa i palati degli amanti della corsa, della mountain bike e dell’escursionismo in media e alta montagna. L’itinerario senza forti pendenze si snoda a 1800 metri di quota attraverso gli alpeggi, ancora in attività durante l’estate, con la possibilità di godere degli splendidi paesaggi della Valle.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l’informativa se vuoi saperne di più.
Maggiori informazioni